SARA CATTANI UNA DONNA CHE SA TOCCARTI IL CUORE CON LO YOGA

Sara Cattani, una donna che ha scelto di lavorare coi bambini nelle scuole elementari insegnando loro a praticare yoga; disciplina che ama profondamente.

Sono davvero contenta di poter raccontare la sua storia, trovare donne che amano il lavoro che fanno, è una bellissima esperienza, perché SO che in quello c’e tutta la differenza del mondo.

Direttamente dalle sue parole, ecco la vita di SARA .

 

STORIA

SARA CATTANI: “Sono una ragazza di 24 anni innamorata dello Yoga, una disciplina che mi ha donato più di quanto avrei mai potuto chiedere. Avevo il sogno di diventare fotografa, un sogno che mi ha portato a lavorare per varie sfilate di Miss Italia e di moda della mia regione.

Per questo, mi sono spostata a Firenze per studiare fotografia. Ed è stato proprio in questa magnifica e magica città, che la mia vita è cambiata. Nonostante sia sempre stata affascinata (fin dalla più tenera età) dalle discipline orientali, dalla meditazione, dai chakra non avevo mai avuto l’occasione di confrontarmi con lo Yoga fino al mio arrivo a Firenze.

Le lezioni che seguivo non erano spirituali, non parlavano di Dio, non parlavano di come avvicinarsi a se stessi o di come migliorarsi: era “semplicemente” la parte fisica dello Yoga con nessun accenno alla spiritualità. Ma, in qualsiasi modo si inizi, si dice che il vero spirito dello Yoga riesca comunque a toccarti il cuore: e fu proprio quello che mi successe.

La gioia e la pace che sperimentavo dopo le lezioni mi diedero la forza per iniziare un percorso che, allora ancora non lo sapevo, mi avrebbe portato al nucleo della mia anima. Più praticavo e più nasceva in me la consapevolezza di voler aiutare gli altri ad avvicinarsi a questa antica disciplina che, senza saperlo, mi stava spogliando da tutte le barriere che mi ero creata per difesa.

Il mio percorso continuò in un corso per formazione insegnanti di yoga. Non riuscirò mai a spiegare quanta forza mi diede quel corso, quanto riuscì a portarmi in profondità dentro di me in quella parte più vulnerabile e sincera che dimora in ognuno di noi. Dopo quel corso la mia vita cambiò totalmente: pur avendo concluso gli studi di fotografia, decisi di dedicarmi totalmente a questa disciplina. A distanza di quasi due anni posso dire che non avrei mai potuto prendere una scelta migliore!

SARA CATTANI

 

OGGI

SARA CATTANI: “Oggi insegno Yoga ai bambini nelle scuole elementari e sto per aprire un centro Yoga vicino a Macerata, nelle Marche. Sento che la mia strada è quella di condurre le persone più vicine allo Yoga e, di conseguenza, più vicine a se stesse.

Fondamentalmente, sto cercando di offrire e dedicare me stessa nel compito forse più arduo di tutti: accogliere le persone per tutto ciò che sono e rappresentano per condurle su un sentiero di consapevolezza che le possa aiutare nella vita quotidiana.

Lo Yoga, in questo caso, può essere visto sia come un fine che come lo strumento: Yoga, in sanscrito, significa unione. Ed è proprio l’unione che sta alla base di tutto ciò che sto facendo: l’idea di unire tutti gli aspetti di noi stessi per poi espandere i nostri confini per poter abbracciare e comprendere gli altri.

Giorno per giorno sto compiendo dei piccoli passi per riuscire a capire come trasmettere ciò che lo Yoga ha trasmesso a me: la pace e la beatitudine che derivano dall’essere, semplicemente, centrati in se stessi e allo stesso tempo connessi con ciò che ci circonda.

SARA CATTANI

 

CONSAPEVOLEZZA ED EMOZIONE

SARA CATTANI: “Grazie allo Yoga sono diventata consapevole dei miei punti di forza e dei miei limiti che, giorno dopo giorno, cerco di espandere. Da quando ho conosciuto la meditazione mi affido molto al mio istinto: più siamo centrati in noi stessi più comprendiamo che le risposte alle domande che ci poniamo sono sempre dentro di noi. Ciò che ci permette, veramente, di avere successo nella vita è il riuscire a fluire con gli eventi.

Non ci si deve mai attaccare a dei progetti che sentiamo che non funzioneranno. Se, ad esempio, sto meditando ed ho una brutta sensazione su alcune delle idee che sto per materializzare, le abbandono semplicemente.

Il nostro centro più profondo sa già cosa è giusto per noi e per la nostra crescita: è vero che ogni tanto i fallimenti ci permettono di crescere, ma spesso non ci rendiamo conto che l’ossessione per qualcosa che vogliamo raggiungere ci blocca nello stato in cui siamo non permettendoci di andare avanti. Più insegno Yoga alle persone e più mi sento vicina a me stessa e agli altri.

È come se, prendendomi cura degli altri, curassi me stessa. La sensazione migliore che si può provare nella vita è quella di essere sulla strada giusta ma, ogni tanto, ci vuole molto coraggio per intraprenderla. Fidatevi di voi stesse. Fidatevi del vostro istinto e accettate ciò che l’universo vi mette sul cammino. Qualsiasi cosa ci succede, ci succede per una ragione ben precisa. Poi sta a noi se coglierla o meno.

 

OSTACOLI

SARA CATTANI: “L’ostacolo principale che ho dovuto superare è stato abbandonare naturopatia mi ero iscritta credendo di aggiungere qualcosa in più alla mia formazione. Mi sono diplomata in  infotografia, ma ho scelto di intraprendere il cammino dello Yoga,

Dopo il primo weekend di lezione, mi sono sentita così lontana da me stessa che ho iniziato a dubitare di questo cammino. Non avevo la forza di fare nulla, mi sentivo legata, costretta: la scuola mi toglieva tempo da dedicare allo Yoga e così non mi dedicavo né allo Yoga né allo studio.

Più meditavo e più qualcosa dentro di me mi diceva di lasciare quella strada ma, nonostante ciò, non è stata una scelta facile. D’altronde l’avevo scelta solo qualche mese prima: cosa era cambiato nel frattempo? Semplicemente, mi ero avvicinata al mio cuore, sperimentando ciò che veramente nutriva e nutre la mia anima: lo Yoga.

La difficoltà è stata scegliere tra cuore e mente: come è facile dire di seguire il cuore, ma
quanto è difficile farlo! La realtà è che spesso è ci vuole coraggio per scegliere di seguire il
cuore ma sono proprio queste le scelte che non si rimpiangeranno mai. Le decisioni che
derivano, veramente e profondamente, dal centro del nostro essere sono, sempre e
comunque, quelle giuste.

 

VITTORIE

SARA CATTANI: “Il traguardo più grande ed inaspettato che ho raggiunto è lo Yoga per bambini: non avrei mai pensato di riuscire a insegnare a delle classi di 24 bambini. Tutt’ora insegno in due diverse scuole e, sinceramente, è una delle esperienze che più sta arricchendo la mia anima.

È divertente la storia della nascita di questo progetto. Meditando, chiedevo con tutto il mio cuore all’universo di condurre da me le anime delle persone che più avevano bisogno dello Yoga. Il giorno dopo mi arriva una chiamata in cui mi propongono di insegnare alle scuole e, sinceramente, in quel momento nemmeno sapevo cosa fosse lo Yoga per bambini.

Potevo forse ignorare un segnale così? OVVIAMENTE NO!!!

 

FUTURO

SARA CATTANI: “È difficile parlare di cosa vorrei nel mio futuro perché credo che i cambiamenti più grandi avvengano di momento in momento, di ora in ora, di secondo in secondo. Spero solamente di riuscire a fluire con l’universo così come sto riuscendo a fare ora.

WEB

SARA CATTANI: “Il Web può unire le persone e, se ben utilizzato, può essere uno strumento di crescita. Quando condivido qualcosa sui social non sto solamente condividendo dei contenuti, ma sto diffondendo le mie vibrazioni.

Vi è mai capitato di leggere un libro e sentirvi profondamente connesse con esso? Lo stesso può accadere con il mondo dei Social. Personalmente il Web mi ha aiutato molto nel mio percorso di crescita e spero di poter aiutare o ispirare altre persone a mia volta.

Le persone possono trovarmi on line su INSTAGRAM , PAGINA FACEBOOK SITOe poi sul mio BLOG e vedere cosa faccio.

IL 3 FEBBRAIO CI SARA’ L’INAUGURAZIONE DEL SUO NUOVO SPAZIO DI LAVORO

PER CHI FOSSE INTERESSATA ECCO IL LINK!!!!

 

CONSIGLIO PER LE DONNE

SARA CATTANI: “Il consiglio migliore che posso darvi è quello di prendervi del tempo quotidianamente per
iniziare a conoscervi nel silenzio della vostra anima. Semplicemente sedetevi, per terra o su
una sedia, e datevi tempo di essere solo voi stesse. Piangete se dovete piangere, arrabbiatevi
se sentite rabbia, ridete se sentite che dovete farlo. Accettate ogni singola sensazione che
sorge dal vostro corpo.

Imparate a conoscervi nel silenzio e a sperimentare cosa sentite
momento per momento. Il silenzio è spaventoso perché ci mette in contatto con ciò che siamo
veramente: ci mette in contatto con tutte le nostre paure, le nostre insicurezze ma, quando
riusciamo a far tacere la mente, ci mette anche in contatto con la gioia del nostro cuore.

Sedete in silenzio tutti i giorni, amandovi e amando tutto ciò che vi circonda. E abbiate compassione:
per voi e per tutti coloro che conoscete. La compassione per noi stessi ci permette di fare degli
errori e non punirci per essi, ci da la possibilità di comprenderli e superarli.

Quando incontriamo qualcuno, dobbiamo essere consapevoli che sta affrontando un cammino diverso
di cui noi possiamo sapere poco o nulla: possiamo essere d’accordo oppure no con le sue
scelte, ma riuscire ad approcciarsi ad ogni persona con compassione è il fuoco del
cambiamento che ci permette di espandere i confini del nostro ego.

SARA CATTANI: “Grazie Piera per avermi dato la possibilità di esprimermi.

 

PINKIE: GRAZIE A SARA, PER AVER CONDIVISO CON NOI IL TUO PERCORSO.

 

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono