PILOTA AUTOMATICO INCORPORATO??

PINKIE: “Quante persone, procedono nella vita con il pilota automatico incorporato, nelle scelte quotidiane.

Oramai fanno delle cose e non si rendono più neanche conto  di farle, UN ESEMPIO è guidare, o lavorare, addirittura mangiare.”

E’ GIUSTO O SBAGLIATO??

Nella vita, ci sono molti punti di vista, e molte scale graduali, dove ogni punto di vista si avvicina sempre di più al giusto o allo sbagliato, e questo dipende da tanti fattori.

Mi spiego meglio, un’azione non è mai di per se completamente giusta o completamente sbagliata. E’ il contesto e l’educazione che fanno la differenza. Sparare è giusto o sbagliato? SBAGLIATISSIMO!!! Ma se sei un guerra e devi portare a casa la pelle!!! E’ giusto o sbagliato?? ECCO VEDI IL PUNTO DI VISTA ED IL CONTESTO??!!!

Lo stesso succede con il pilota automatico, averlo sempre attivo, non è ottimale, averlo sempre spento, non è ottimale, l’equilibrio che sia avvicina al vivere alla scena ideale è la soluzione.

SCENA IDEALE

La scena ideale, è quell’idea che si avvicina alla perfezione in un determinato contesto, o che è funzionale.

Vediamo insieme di ragionare, quale sia la scena ideale, tra avere un pilota automatico incorporato, e l’essere consapevole sempre nella nostra realtà e nella nostra quotidianità .  In questo paese, come nella maggior parte del pianeta, bisogna lavorare per sopravvivere, diventare consapevole di OGNI singola azione diventa complicato, E non si può neanche meditare per 12 ore al giorno come in un monastero tibetano.

Immagina di poter essere consapevole di ogni tuo gesto, di ogni movimento della giornata, e lavorare come cassiera, in un grosso centro commerciale, nel periodo di saldi!!!

NON E’ FUNZIONALE!!

O per lo meno ci vuole un grosso impegno e lavoro per arrivarci.

 

DA DOVE NASCE IL PILOTA AUTOMATICO NELLE PERSONE

Voglio ragionare su una persona che inizia una nuova attività per esempio il ballo. All’inizio è difficile, proprio perché deve diventare consapevole dei movimenti che i suoi piedi fanno, i passi, il ritmo, il tempo, il partner.  I suoi movimenti quotidiani sono automatici.

Quindi ora deve togliere il pilota automatico, e mettere la sua attenzione alle azioni che compie.  All’inizio, quando stà imparando deve cambiare le regole,  cambiare azioni che fino a quel momento, erano così familiare.

La ballerina, deve diventare così brava, e ripetere talmente tante volte i movimenti da diventarne inconsapevole. I ballerini professionisti, sono leggeri, delicati, e riescono a fare i movimenti con talmente tanta maestria che sembra una cosa innata in loro.

Invece ci sono molte ore di lavoro e di perfezione dietro a quei movimenti così fluidi.

PILOTA AUTOMATICO NEL BALLO

 

DOVE SI TROVA L’INGHIPPO

Avere il pilota automatico, in qualche situazione è funzionale. Pensiamo al guidare, se non siamo proprio alle prime armi, ci accorgiamo siamo diventati così bravi, che non dobbiamo più pensare al singolo movimento, come schiacciare il pedale della frizione e cambiare, il corpo si muove, e noi possiamo occuparci di altre cose. Possiamo parlare con il passeggero, guardare in giro, ascoltare la radio, e qualche volta parlare al telefono con gli auricolari.

Allora dove si trova l’inghippo? Ecco è proprio quando iniziamo un’azione la rendiamo automatica  prendiamo un’abitudine, e poi non riusciamo a cambiarla.

Prendiamo come esempio il fumo, abbiamo deciso nel passato di prendere questo vizio, e poi improvvisamente decidiamo di cambiare, vogliamo smettere improvvisamente, perché abbiamo cambiato idea.

Cosa succede qui?? Che non è una cosa immediata, abbiamo delle difficoltà, ecco come il pilota automatico cosi’ tanto prezioso, è diventato improvvisamente un ostacolo, a quella che noi pensiamo sia la nostra felicità. .

 

SOLUZIONE

Come si fa ad interrompere un’azione che è diventata automatica, ma che non desideriamo più?

Sembra difficile, ma in realtà bisogna solo ritrovare quel pensiero che si trova dietro ad un desiderio, che fa partire il meccanismo, e diventarne di nuovo consapevole. Questo è l’unico modo in cui, l’azione automatica decisa da noi, si arresta. Nel caso della sigaretta, è scoprire quando e perché si è deciso di iniziare a fumare.

Sicuramente non è semplice, facciamo milioni di pensieri ogni giorno, e ritrovare una decisione del passato fatta anni prima, come si fa?? ma si possono cercare di ritrovare le motivazioni che ci hanno spinto a iniziare una cosa.

 

CONSIGLIO PER LE DONNE

Tante volte, ci sono nella nostra vita, pensieri e situazioni che non ci fanno sentire felici. Ecco quando quello succede, ci sono alcune domande che possiamo farci, per scoprire qualcosa in più su quelle emozioni, e di conseguenza sui pensieri collegati.

Una domanda è CHI DAVVERO CAUSA QUESTE EMOZIONI??

E POI..

SONO PENSIERI MIEI? CHE HO DECISO E FORMULATO PER ME??

Oppure sono presi a prestito da qualcun altro??

Trova queste risposte, trova i TUOI PENSIERI,  NON ACCONTENTARTI DI QUELLO CHE DICONO LE PERSONE SOPRATTUTTO QUELLE CHE TI STANNO VICINE, E CHE AMI.

LIBERATI DALLE CATENE MENTALI E INIZIA A VOLARE.

 

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono