LA METAMEDICINA

Che cosa vuol dire Metamedicina? Dopo aver parlato della mia COLAZIONE, oggi voglio parlare di un altro tema a cui sono particolarmente legata “LA METAMEDICINA”  Composta da due parole. La radice del termine “meta” in greco significa “andare al di là”, ” “medicina disciplina che studia le malattie e i mezzi per riconoscerle, curarle e prevenirle.

Abbiamo visto che cosa significa, ora vediamo l’autrice, una donna CLAUDIA RAINVILLE.

CHI E’ CLAUDIA RAINVILLE ?

Nata in Québec in un ambiente modesto,  scopre molto rapidamente che può contare solo su sé stessa. Senza padre, con una madre che svolge diversi lavori per arrotondare alla fine del mese, Claudia si rifugia nel suo mondo interiore e negli studi.Nel 1982, un terribile sentimento di essere sola e incompresa dai suoi cari la porta a voler mettere fine ai suoi giorni.
A trentadue anni viene dichiarata clinicamente morta dopo un tentativo di suicidio.

Ma questa morte clinica la condurrà verso una nuova vita che avrà inizio con l’incontro nel settembre 1983 con Lise Bourbeau, fondatrice del Centro, Écoute ton corps (Ascolta il tuo corpo) e impara con lei a fare dei nessi tra ciò che dice o pensa e le azioni che mettono in atto.

Claudia Rainville, fondatrice della Metamedicina, che nasce nel 1987 grazie a numerose ricerche spirituali, viaggi ed esperienze vissute. La vita di Claudia non è stata semplice per innumerevoli ragioni, ma ci ha regalato uno splendido manuale che aiuta, non solo le persone comuni, ma anche medici ed operatori del settore coi loro pazienti.

"<yoastmark

 

GUARIRE CON LA METAMEDICINA

Personalmente, ogni volta che ho qualche dolorino in qualche parte del corpo, la prima cosa che faccio è che vado a vedere la vera causa del mio malessere. Cioè, in base a dove si manifesta il somatico, nel corpo, indago in quale sfera della mia vita recente devo lavorare per poter riequilibrare ME. Questo libro è una guida che io consulto sempre, e che mi dà delle indicazioni importanti.

In base alle scoperte della Dottoressa Rainville  , ogni volta che abbiamo un sintomo in qualche parte del corpo. Vuol dire c’e un disagio.  Il nostro corpo, cerca di avvisarci con i suoi significativi segnali che ci manda. Più avanti nella lettura, ti sarà chiaro, porta un po di pazienza. Imparare ad ascoltare e comprendere qual’e il messaggio, accellera la guarigione.

I libro che ha scritto questa donna si chiama “Ogni sintomo è un messaggio” da non sottovalutare, poiché le cause di un malessere sono spesso molteplici. La persona deve essere parte attiva della sua guarigione e non limitarsi semplicemente ad ingerire medicinali che, oltretutto, non sempre riescono a curare tutti i problemi.

Ecco il Link del libro “METAMEDICINA OGNI SINTOMO è UN MESSAGGIO

 

 

Best Seller

Uno dei suoi bestseller è Il GRANDE DIZIONARIO  DELLA METAMEDICINA, scritto grazie ad uno studio approfondito  nella quale l’autrice affronta la medicina da due punti di vista: metodi convenzionali di cura, ovvero la medicina come la conosciamo noi oggi, e le terapie che mirano alla guarigione definitiva e completa della persona.

METAMEDICINA è il dizionario più preciso e più completo sulle cause psicosomatiche di oltre 1300 differenti disturbi e malattie, frutto di venticinque anni di ricerche.

Per poter scoprire le chiavi dell’auto-guarigione utilizzate nell’ambito della Metamedicina. Ognuno di noi può diventare medico di se stesso. Aiutare noi stessi a trasformare la nostra vita. Partecipare attivamente alla creazione di una nuova coscienza, e consapevolezza, e ritrovare un nuovo equilibrio.

 

ESEMPIO DI APPLICAZIONE DI METAMEDICINA

Voglio dare un esempio  reale di cosa si puo’ trovare in questo libro, parlando dei piedi. A chi non è capitato di soffrire di un dolore al piede, magari perché si è andati a sbattere con l’alluce contro qualche mobile, oppure qualche storta camminando o correndo.

Ecco che cosa vuol dire secondo Claudia Rainville. Ecco i sintomi e l’area dove bisogna indirizzarsi, inoltre per ogni sintomatologia, lei propone delle domande mirate a cui bisogna rispondere, per riuscire a superare qualche disagio emotivo.

I PIEDI
I piedi rappresentano il nostro avanzare nella vita.

MALE AI PIEDI
Il dolore ai piedi è spesso collegato con l’impressione di non andare avanti, di rimanere “sul posto”. Possiamo sentirci bloccati in ciò che desideriamo fare.

Ecco la domanda che ci può aiutare a capire e a proseguire.
Ho l’impressione di girare in tondo, di non avere più uno scopo nella vita?

ALLUCE VALGO, comunemente detto “cipolla”.

E’ una deviazione del primo osso meta-tarsale e dell’alluce. Colpisce coloro che hanno difficoltà a prendere il proprio posto, perché si sentono obbligati a soddisfare i desideri e le aspettative altrui. Ad esempio, la donna che si crede in dovere di occuparsi sempre dei nipotini, quella che si sente obbligata a prendersi cura dei genitori anziani, eccetera.

Ecco la domanda che ci può aiutare a capire e a proseguire.
Metto da parte la mia personalità per paura dell’opinione degli altri?

LE UNGHIE INCARNITE
Lesione frequente e dolorosa dell’alluce, l’unghia incarnita è spesso collegata a un senso di colpa o a rimpianti rispetto alla direzione che abbiamo preso.

Ecco la domanda che ci può aiutare a capire e a proseguire.
Quali rimpianti nutro riguardo alla direzione che ho preso?

Rispondere alle domande, trovando l’area a cui il singolo organo viene colpito dal malessere, è un ottimo modo per capirsi e guardarsi dentro. Imparare a conoscersi, e trovare le risposte oltre che un miglior equilibrio.

Direttamente dal libro della dottoressa.

LINFONODI

LINFONODI: o gangli linfatici, fanno parte del sistema linfatico che contribuisce alla difesa e alla salute del corpo. Sono stazioni di drenaggio in cui convergono numerosi vasi linfatici. La loro funzione principale è quella di liberare la linfa e i linfociti da particelle estranee, da resti cellulari e da microorganismi (virus, batteri…). Sono anche responsabili della produzione e dello stoccaggio delle cellule che fanno parte del sistema immunitario.

In caso di infezione o di una importante distruzione cellulare i linfonodi si gonfiano per poter accogliere una maggiore quantità di linfociti e di macrofagi per trattenere i resti cellulari e fagocitare i batteri. La crescita dei linfonodi prende il nome di adenopatia.

Il sistema linfatico rappresenta l’esercito dentro il corpo, i linfonodi le postazioni di difesa (vedi anche Milza). In maniera figurata, potremmo dire che queste postazioni svolgono il ruolo di fermare il nemico (filtro) e di ripulire il terreno dopo un attacco (intervento dei macrofagi). Quando il combattimento è intenso, occorre aumentare gli effettivi e i linfonodi si gonfiano.

Eliminare queste postazioni di difesa non è sempre la soluzione migliore. Non sarebbe meglio trovare la soluzione al conflitto?

Il nemico può essere reale o immaginario.

 Adenopatia a livello del collo, ascella, inguine o di tutti e tre:

Il nemico è reale nel caso di:

– un’infezione da germi esterni (vedi Infezione);

– una malattia autoimmune;

– una chemioterapia. L’aumento degli scarti cellulari risultanti dalla distruzione massiccia di cellule attraverso sostanze citotossiche mette in sovraccarico le stazioni di filtraggio costringendole a far ricorso a un numero maggiore di macrofagi, e ciò fa gonfiare la stazione, ovvero il linfonodo.

Il nemico può essere immaginario.

Per esempio, se si dice a una persona che ha un cancro: «Lei ha un nemico dentro il suo corpo. Ora è necessario che lotti per eliminarlo». In questo caso il nemico non è reale poiché un nodulo al seno se non viene disturbato non provoca un aumento di linfociti e di macrofagi se non c’è un’infezione o una distruzione massiccia di cellule.

A meno che non si aumenti il livello di distruzione delle cellule con la chemioterapia o la radioterapia. In modo naturale, per eliminare tumori cancerosi che non hanno più ragione di essere, il corpo fa ricorso a germi autogeni.

Si tratta allora della fase di riparazione e, siccome non c’è da muovere guerre, l’esercito non ha bisogno di essere sollecitato. I linfonodi si gonfiano solo nel caso in cui ci sia una battaglia o molto lavoro di pulizia da fare.

Una partecipante ai miei seminari mi raccontava di aver avuto un cancro al seno, ma che i suoi gangli ascellari non si erano mai gonfiati. Aggiunse: «Quando il medico mi disse che avrei dovuto combattere, gli risposi: ‘Se devo combattere, non comincio nemmeno!’» Non vedeva il tumore come un nemico. Per lei, la malattia stava cercando di farle capire qualcosa di importante. La cercò, la comprese e guarì completamente.

Mi ripetono «Devi lottare!»?

Ho la sensazione di condurre una battaglia o di dovermi battere per preservare la mia salute o la mia vita?

Sento pesare su uno dei miei organi una minaccia per la salute o per la vita?

Per guarire occorre cercare l’origine del turbamento all’interno del nostro corpo e scoprire come ritrovare la pace. Vedi la patologia legata al gonfiore dei linfonodi.

 Adenopatia in una persona sieropositiva o malata di AIDS:

Sento la mia vita o la mia salute minacciate?

Ho la sensazione di condurre una lotta quotidiana contro questa malattia?

→ Necrosi dei linfonodi:

Ho la sensazione di aver perso la battaglia, che il nemico (la malattia) stia per annientarmi?

Ho voluto parlare dei piedi e dei linfonodi, solo a modi esempio, per far comprendere come funziona la metamedicina.

Nel libro potrai trovare molte risposte in base al tuo disagio. Questo aiuta a vivere meglio, a comprendere che non tutti i mali vengono per nuocere, e che se il corpo si ammala, è solo perché vuole comunicarci un disagio.

Comprendere ed accogliere questo disagio, è una parte importante di crescita.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Come si puo’ capire, questo manuale è indispensabili da avere. Quando si ha un dolore in una parte del corpo, i dottori, si limitano a prescrivere pillole, senza nessun tipo di aiuto per per la persona che soffre emotivamente. Non hanno idea di quale possa essere la causa. Si è in balia di tutto…  CONFUSIONE TOTALE!! 

NO io non ci stò!! Non mi sono arresa alle risposte inadeguate. Non trangugio pillole per sport, io tengo alla mia salute, sia fisica che mentale.

Tutti hanno il diritto di vivere una vita degna d’essere vissuta, e con questo importante strumento, SI PUO’!

Se hai avuto un’esperienza con la Metamedicina che vuoi condividere, sarebbe utile per noi. Grazie Infinite.

 

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono