MANUELA MOSCUZZA LA BALLERINA INNAMORATA DEL BURLESQUE

Conosco Manuela Moscuzza da tanto tempo, tempo che si perde nella mia memoria, amici comuni e interessi comuni ci legano.

Avendo visto Manuela Ballare (tanto di cappello) ed avendo frequentato insieme un corso di burlesque, ho chiesto a lei di raccontare il suo amore per la danza. Lei ha accettato volentieri.  Direttamente dalle sue parole il suo racconto.

STORIA

Manuela Moscuzza :”Fin da bambina sono sempre stata vanitosa, amante dei trucchi, gioielli e glitter.
Mi ha sempre appassionato il mondo dello spettacolo. Con spettacolo intendo ballo, canto, musica e recitazione. 
Così ho cominciato con lo studio del pianoforte per poi passare allo studio del clarinetto a undici anni, il quale mi ha permesso di entrare a far parte della Banda di Voghera.

Non contenta, a dodici anni cominciai a fare danza, forse un po’ tardi, ma non mi importava.
Da quel giorno nacque una stupenda storia d’amore tra me e il ballo, in particolare latino americano e caraibici. Grazie al mio Maestro Roberto sono cresciuta tantissimo nel corso degli anni e per questo gliene sarò eternamente grata. La danza è stato il punto di partenza per ciò che sono oggi.

Ho acquisito a sicurezza in me stessa, non dandomi dei limiti e continuando a spronarmi. Sentivo di poter fare tutto.
Crescendo, poi, ho scoperto la mia sensualità da lì nacque un altro Amore folle tra me e il Burlesque.
Avevo sedici anni quando ebbi il primo approccio con il Burlesque. Io e le mie compagne di corso montammo una coreografia semplice dove ballavamo e basta, ma le musiche e gli abiti erano di quell’epoca.
Quei corpetti, le piume, gli strass e i sorrisi ammalianti delle ballerine mi hanno fatta appassionare a quest’arte e a tutto ciò che le riguarda, come, ad esempio, gli anni ’40 e ’50.”

MANUELA MOSCUZZA

BURLESQUE

Manuela Moscuzza :”Qualche anno dopo venni a conoscenza di grande professionista, MARIO MARTINELLI che organizzò dei workshop di burlesque, al quale io partecipai. Un uomo che mi ha insegnato a far esplodere tutta la mia femminilità, io insieme a tutte le mie compagne di corso. Vederci lì, davanti allo specchio, tutte uguali senza pregiudizi, ma solo con la voglia e la sicurezza di sentirci belle, fu MERAVIGLIOSO. 

Nel 2015 partecipai al Contest di Burlesque a Firenze insieme al gruppo ‘ le Voilà’, arrivammo prime, fu un’esperienza così bella, avvolgente e divertente che decidemmo di partecipare anche l’anno seguente.
Nel 2016 mi sono esibita per la prima volta da sola in uno show di Burlesque Classic, interamente pensato e strutturato da me. Anche i vestiti!
Quell’anno non vinsi, ma porto ancora nel cuore quell’esperienza che ha dato nascita al percorso di Burlesque che tutt’oggi sto intraprendendo.”

MANUELA MOSCUZZA
MANUELA MOSCUZZA

OGGI

Manuela Moscuzza :”Oggi ho un nome d’arte che è MELINDA LUST, mi esibisco in qualche locale e la voglia di imparare non si ferma, per questo frequento la Burlesque School di Milano.  La mia insegnante è una donna speciale. Con un sorriso fa cadere tutti gli uomini ai suoi piedi.
Ho imparato che il Burlesque è una cosa che va oltre lo spettacolo è un vero e proprio stile di vita. Femminilità, sguardi, sorrisi, gestualità ed eleganza sono all’ordine del giorno. Credo sia questo che mi affascina più di tutto.
Nella scuola che frequento, intere lezioni sono dedicate a labbra e occhi e mimica facciale: l’espressione è quella che dice tutto di te.

In ogni caso, per una come me, letteralmente drogata di palco scenico ed esibizioni, il Burlesque è ciò che più mi si addice. Sfarzo, movenze esagerate e abiti abbaglianti sono le cose a cui mi sento davvero legata.
Ed il resto viene di conseguenza: cominci ad acquisire una certa postura, una certa andatura sui tacchi e non, prediligi il make up degli anni ’50 alla Marylin Monroe, e anche i tuoi vestiti nell’ armadio cambiano stile. 
Credo che negli anni ’50 la donna abbia raggiunto l’apice della sua femminilità, e prenderne spunto può fare solo del bene.”

MANUELA MOSCUZZA
MANUELA MOSCUZZA

CONSAPEVOLEZZA ED EMOZIONE

Manuela Moscuzza :”Come ho già accennato prima l’ emozione più bella che io possa provare, sul palcoscenico e nella vita reale, è il sentirmi invincibile. Mi viene naturale pensare che tutto andrà sempre bene, che tutto avrà successo, seppur nel piccolo, che tutto ciò che succede e mi circonda è lì per una ragione che mi porterà a crescere. 
Questa credo sia l’emozione più potente che un essere umano UNA DONNA possa provare.”

OSTACOLI

Manuela Moscuzza :”Ho dovuto cambiare atteggiamento verso le cose negative che mi succedevano. Il mio compagno, Davide, è stato una roccia in questo. È sempre pronto a sostenermi. Come quando mi trasferì per sei mesi per fare l’insegnante di ballo in una scuola molto nota a Firenze. All’inizio, se non ci fosse stato lui e la mia famiglia, mi sarei fatta schiacciare dalla disperazione.

Ma poi, un passo alla volta, capì come comportarmi nei confronti di persone e situazioni spiacevoli.
È stato difficile all’inizio, ho dovuto mandare giù tanti rospi, ma non ho mai rinunciato ad una cosa: mettere il cuore in tutto quello che faccio. Credo sia questa la mia salvezza.
Alla fine di quella esperienza, e molte altre, ci ho visto davvero il lato positivo. Aiuta. Migliora letteralmente la vita.”

FUTURO

Manuela Moscuzza :”Per il mio futuro, oltre a continuare a lavorare sodo per il centro estetico che ho aperto insieme mia Mamma BEAUTIQUE94, sogno di poter esibirmi in teatri e locali anni ’50. Sognavo di vedere DITA VON TEESE dal vivo da quando ero adolescente e ce l’ ho fatta!
E poi il sogno più grande di tutti è di non perdere mai ciò che ho dentro e trasmetterlo ai miei figli un giorno.
Tutte cose che il tempo mi permetterà di realizzare, ne sono certa!”

MANUELA MOSCUZZA

WEB

Manuela Moscuzza :”Il Web credo sia una FIGATA PAZZESCA (si può dire?)
È una finestra sul mondo, un mare di possibilità si presentano davanti…alcuni le sfruttano, altri no. 
Io, ad esempio, mi reputo molto social, in parte perché mi piace e un po’ anche per lavoro.
Adoro pubblicare foto sul mio PROFILO FACEBOOK dei miei spettacoli e dei miei shooting gentilmente scattate dal mio compagno. Allo stesso tempo mi piace tenermi aggiornata su tutte le novità del mondo dell’estetica. Ho anche un profilo Instagram (Melinda Lust) .”

CONSIGLIO PER LE DONNE

Manuela Moscuzza :”PIACETEVI. GUARDATEVI ALLO SPECCHIO E RIPETETE “SONO UNICA AL MONDO”. È la verità. 
Va tutto al di là del fisico. Anche se la società odierna spesso ci mette in difficoltà per le nostre forme.
Ma, dannazione, voi siete vere! E credo non ci sia nulla di più bello.
Quando siete davanti allo specchio guardatevi negli occhi, non il lato B.
L’anima parla attraverso gli occhi, non attraverso la cellulite e le smagliature, ricordatelo sempre!

P. S. Non dimenticate di sorridere! “

MANUELA MOSCUZZA
MANUELA MOSCUZZA

PINKIE:” GRAZIE GRAZIE A MANUELA MOSCUZZA PER AVER SCELTO DI RACCONTARSI IN QUESTO MERAVIGLIOSO SCRITTO CHE PARLA DIRETTAMENTE AL CUORE DELLE DONNE.”

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono