COS’E IL COPY E QUALI REGOLE SEGUE?

COPY è l’abbreviazione di COPYWRTING. Che è l’arte di scrivere contenuti persuasivi e orientati alla conversione. (Con il termine “conversione” si intende un’azione compiuta da un utente su un sito web. Può essere di tipo differente in base allo specifico obiettivo di business aziendale. L’obiettivo aziendale puo’ essere quando l’utente acquista un suo prodotto. Pu0′ essere quando il cliente finale si iscrive ad una mail list (Elenco di indirizzi per l’invio di materiale pubblicitario o informativo; indirizzario. Oppure quando visualizza una pagina o l’acquisto di un articolo al carrello)

Il Copy, richiede tecniche diverse in base al mezzo di comunicazione adottato, in base al messaggio e al tipo di risultato che si vuole raggiungere.

 

IL COPYWRITER

Il copywriter invece è quella una figura centrale del marketing moderno. Si tratta del professionista che scrive i testi e li rende adatti al web. E’ colui che scrivendo e usando certe parole, riesce a toccare le corde per far provare un’ emozione, nel possibile acquirente, in modo che quest’ultimo si sente attratto e alla fine compera, o accetta di eseguire l’azione richiesta.

 

WEB

Al giorno d’oggi con l’avvento del Web, le persone che partono da zero, hanno dovuto imparare e capire come fare per avere successo nello scrivere, nel trovare una nicchia di mercato, per poter divulgare il proprio messaggio o servizio. Io fino a febbraio per esempio, scrivevo per diletto, e della mia vita. Non avrei mai pensato di dover imparare a capire come usare bene il Copy. Ma oggi che un pochino ho compreso le basi, ecco che mi sento di aiutare anche altre persone a comprenderlo e padroneggiarlo meglio.

 

EMOZIONARE

Le persone, non comperano oggetti, loro vogliono EMOZIONI. Comperare l’emozione che stà dietro a quell’oggetto. Questo lo fa già in parte il BRAND POSITIONING. Ma un bravo scrittore che usa correttamente il Copy, riesce a toccare le corde emozionali e non solo. Barilla, regala emozioni, la casa del mulino bianco, con la sua famiglia felice. Ecco cosa acquistano le persone quando comperano i biscotti. Vogliono sentirsi rassicurate, e nella loro testa, identificarsi e assomigliare alle persone che abitano la casa  felice.

COPY LA REGALITA' DI UN GESTO
COPY LA REGALITA’ DI UN GESTO

 

ALCUNE REGOLE DI BASE PER USARE CORRETTAMENTE IL COPY

Voglio scrivere alcuni spunti di base, per fare in modo che, anche se non si è dei professionisti, si riesce a scrivere un buon Copy, e che aiuti gli utenti a fare l’azione richiesta.

 

TARGET

Innanazi tutto trovare un TARGET !!!Cioè il nostro potenziale cliente, chi è? cosa fa? cosa desidera? quali sono i suoi bisogni e come noi possiamo con il nostro prodotto soddisfare le sue esigenze.

Dobbiamo proprio creare un AVATAR, cioè immaginare di creare la copia del nostro potenziale INTERESSATO, e provare a capire come ragiona. Quale tipo di problema lo affligge. e soprattutto cosa vuole ancora risolvere. Sicuramente se ha un problema ha già tentato più volte di risolverlo, ma se ancora stà cercando una soluzione, significa che ancora non l’ha risolto.

Andare a colpire SOLO quella nicchia e quel target. Sparare un prodotto a caso x tutti non va bene, serve a disperdere le energie. Quindi la domanda fondamentale è a chi mi rivolgo??? a donne, a uomini, età, interessi, quale problema, che prodotto ho da offrire??? Come risolve il problema, come si differenzia dai miei competitors? quali vantaggi ho che sono i miei punti forti.

Rispondere a tutte queste domande, aiuta a farci un quadro completo della persona a cui mi stò rivolgendo. Una volta trovato il MIO potenziale cliente allora possiamo iniziare a scrivere la nostra strategia. Lo scopo è sempre quello di fare in modo che le persone GIUSTE rispondano alla nostra chiamata. ” CALL TO ACTION”. Magari lasciandoci la mail,  oppure acquistando il nostro prodotto.

 

COPY

DIFFERENZIARSI: Spiegare ai potenziali clienti cosa non è il nostro prodotto o servizio. Si spiegano le cose in modo che ci facciano differenziare dalla concorrenza, ma senza svelare cosa facciamo, mettendo solo un po’ di curiosità. Non tentare di vendere ad ogni costo.

TROVARE UN COLPEVOLE: Togliere dalla mente del potenziale cliente che la colpa non è sua, e quindi bisogna indicare e trovare un colpevole, ( la società, la vita, etc…. NON LUI)

PAURA: Alle volte una leva che viene usata è la paura, un esempio che mi viene sono le assicurazioni, che fanno leva su … ” e se succede che esci e ti capita qualcosa, è meglio essere coperti e assicurati!!!”

MOTIVAZIONI: Bisogna sempre motivare alle persone la ragione di cio’ che si fa. Per esempio se il prezzo è troppo alto, specificare perché, magari il nostro servizio è migliore e si differenzia per quella ragione. Bisogna esternare il motivo, SEMPRE!!

BENEFICI: Bisogna sempre parlare dei benefici che si possono avere dal prodotto o servizio. Il mondo è pieno di offerte, di prodotti, servizi. Non si puo’ solo dire ” questo è il migliore!!!” NO spiegare con chiarezza ogni punto con dettagli  in cosa  si differenzia esaltando  benefici.

EMOZIONARE: Come già detto le persone comperano emozioni, quindi bisogna trovare il modo di presentare i prodotti o servizi in modo che le persone possano vivere un’esperienza emozionante e sentirla sulla pelle. Apple per esempio ha dato questo, Fare le cose in modo differente e avere l’esperienza della sicurezza e della qualità. Oramai un prestigio possedere un I PHONE O UN IPAD. Non comperi un telefonino o un tablet comperi il topo del top!! COMPERI L’ESPERIENZA CHE FARAI CON QUELL’OGGETTO.

 

PERSONALMENTE

Amo scrivere, mi piace trovarmi davanti un foglio bianco e iniziare a riordinare le idee, emozioni, pensieri e sentimenti che poi saranno condivisi dalle persone che leggeranno quello che ho da dire. Mi ritengo una donna semplice e gentile, ma quando scrivo ho in mente una regola fondamentale ma molto rigida.

 

USARE PAROLE SEMPLICI E COMPRENSIBILI!!!

Nella comunicazione il messaggio passa solo se viene compreso. Chi parla o scrive, dovrebbe avere l’intenzione di farsi capire chiaramente da chi ascolta, con parole comuni e concetti chiari. Molto spesso mi trovo davanti a persone che fanno presentazioni di chi sono o cosa fanno e iniziano con termini che assomigliano più al cinese antico che a qualcosa che suona familiare.

Troppo spesso per sembrare più colti, e intelligenti, si usano termini tecnici.  Quante volte, ho dovuto arrestare una presentazione video per cercare il significato di quello che volesse dire quel termine troppo tecnico.

Per esperienza personale SO che non tutte le persone chiedono il significato di quello che non capiscono per non sembrare ignoranti.  Risultato??? LA COMUNICAZIONE NON PASSA!!!!

Il prodotto o servizio, non viene acquistato perché non se ne capisce il significato o il senso del suo uso. Sta a chi si presenta cercare di trasmettere il messaggio con intenzione e in modo comprensibile e con esempi chiari ( se possibile).

 

IN QUESTO BLOG

In questo blog, voglio rispettare questa regola, ed il mio intento è quello di rendere partecipe ogni persona che entra qui, facendola sentire la benvenuta e benvoluta. Come una buona padrona di casa che accoglie in modo amorevole le persone che vengono a trovarla. Trovo davvero scortese parlare in modo che gli altri non capiscono, solo per sembrare più intelligenti, e combatto sempre questo modo di fare. Forse non tutti saranno d’accordo, ma è una linea di condotta, pensata e decisa in modo molto chiaro e netto.

 

CONSIGLIO

Per ogni prodotto o servizio che è destinato alla vendita, c’e un modo giusto di proporlo, soprattutto sul Web. Come ogni cosa le azioni giuste insieme alla conoscenza di come si fa, porta risultati in qualunque campo.

Buon lavoro e Buono studio.

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono