FAVOREVOLE ALLA CHIRURGIA ESTETICA

Oggi più di ieri la tentazione di ricorrere alla chirurgia estetica dopo una certa età è forte, perché si ha paura di invecchiare. 

Osservare ogni giorno quelle piccole rughette sempre più numerose attorno agli occhi e alla bocca, l’appesantirsi  dell’immagine allo specchio che ci disturba, in modo sempre più acceso. Col passare dell’età ci accorgiamo che il nostro viso ed il nostro corpo cambiano.

Ogni mattina, quando lo specchio ci rimanda quell’ immagine appesantita dagli anni. Quell’immagine che non riconosciamo più come nostra e che tentiamo in tutti i modi di migliorare,  con le creme di bellezza ed un po’ di trucco.

Perché gli anni si aggiungono cosi’ come i spesso i kili di troppo a quello che è stata la nostra vita, figli, diete sbagliate, o sregolate. Quarant’anni  sono il giro di boa che segna l’aumento delle creme da comperare, e quando non basta più ecco spuntare i primi interventi estetici al viso.

Un’età vulnerabile, oggi più di ieri. Una volta le donne a quarant’anni erano diverse. Oggi le donne a quarant’anni sono ancora bellissime, curatissime da fare invidia alle adolescenti. Però il tempo passa per tutte noi.   Allora, l’unica risposta agli attacchi del tempo che troviamo come soluzione possono essere, il prolungamento di giovinezza attraverso la medicina estetica.

PREVENZIONE

Ma prima del bisturi ci sono altre cose che le donne possono fare. Una forte possibilità di diluire l’effetto del tempo è attraverso la prevenzione. Iniziando con il limitare l’esposizione al sole rinunciando ad una super l’abbronzatura,  va eliminare totalmente il fumo, che distrugge la pelle.

Un’alimentazione di qualità, niente zuccheri, un giusto sonno e il quotidiano movimento fisico fanno il resto.

Creme e cure estetiche ammorbidiscono l’impatto del tempo. Dopo la menopausa, un’appropriata terapia ormonale, sempre seguendo le indicazioni del medico, nutre la pelle in profondità.

Ma per molte donne non basta. Vogliono e rincorrono l’intervento che magicamente tolga dieci o vent’anni in un sol colpo. Per molte, l’illusione  di togliere quegli anni che non ci piacciono che vengono pagata a caro prezzo per poi magari ritrovarsi una faccia di plastica.

Paura di invecchiare
Paura di invecchiare

CHIRURGIA ESTETICA E PAURA DI INVECCHIARE

E allora, chirurgia estetica sì o no? Bisogna capire le vere motivazioni che spingono una donna a voler fare un passo del genere. Quando la motivazione profonda viene da un problema interiore, puo’ non essere la cosa corretta a cui il bisturi non può certo porre rimedio. Per le donne troppo giovani, che magari per il 18° compleanno fanno il loro primo intervento con il benestare dei genitori.

Pensando che l’immagine esteriore sia tutto, si lanciano sotto i ferri come nulla troppo presto, arrivando ad avere quei labbroni sproporzionati, gli occhi tirati, gli zigomi gonfi, ed una totale rigidità facciale che porta via tutta l’espressività dal viso. Snaturando totalmente il viso della paziente.

Favorevole alla chirurgia estetica quando c’e quel  piccolo aiutino,  fatto rispettando l’armonia del viso e l’unicità dei suoi tratti. Fatto rispettando anche la verità dei piccoli segni che la vita ha scritto su ogni nostro volto, attraverso il sorriso e il pianto, l’amore e il dolore, la tristezza e la gioia, la sconfitta e la speranza. Il fascino di una donna, ad ogni età, è parte anche l’espressività delle sue rughe.

La giusta cura di sé, che dice anche il rispetto e l’amore per il proprio corpo e per gli altri, è positiva. E un chirurgo estetico e un dermatologo di qualità possono senz’altro aiutare la donna in questa ricerca di armonia. Di armonia tra l’età vera che si sente dentro, e l’età scritta sul suo volto e sul suo corpo. Un’armonia tanto più profonda, e seducente, quanto più si radica nella consapevolezza del tempo e della propria storia.

ESPRESSIVITA’ DI UNA DONNA

L’espressività della dolcezza di una donna che è in pace con se stessa una donna che sa  gustarsi il tempo che passa nel  gioco della vita. Sì, invecchiare fa paura. E tuttavia è possibile essere amici del tempo che passa, se sappiamo accettarlo con pienezza, invece che combatterlo con strategie finte, che tentano di negare la verità del tempo che passa.

Soprattutto, che spostano il problema sulla superficie esterna, come se davvero l’immagine fosse tutto quel che conta per essere felici e vivere con pienezza. Allontanare la paura di invecchiare, visto che è una cosa fisiologica, che si può accettare con amore.

 

CONSIGLIO PER LE DONNE

Donne devono trovare un equilibrio tra l’interno e l’esterno di se stesse, accettarsi e volersi bene, anche col tempo che passa, per riscoprirsi bellissime anche a 90 anni.

L’IMPORTANTE è NON ESSERE PIGRE E PRENDERSI CURA DI NOI.

 

piera chiello pinkie per le donne

Sarò felice se vorrai contribuire con un tuo commento, o con un suggerimento ad arricchire questo blog. Questo mi aiuterà a migliorare i miei articoli e sarò felice se vorrai farlo. Questo è il mondo delle donne coraggiose che si mettono in discussione, si uniscono e vincono!!

Chi Sono